Con l’iscrizione alla newsletter, riceverai il 10% di sconto sul tuo primo acquisto e tutti gli aggiornamenti del mondo Cart’n.

Enzo Mari, l’uomo che ha rivoluzionato il design

Enzo Mari

Enzo Mari, l’uomo che ha rivoluzionato il design

 

L’immortalità

Dicono che quando un grande artista ci lascia, non va via mai davvero, perché restano le sue opere a tenerlo in vita per sempre. La pensiamo anche noi così, eppure, questo è un momento storico difficile in cui grandi artisti stanno andando via, lasciando un grande vuoto. Oggi il mondo piange la scomparsa di Enzo Mari, definito il padre del design moderno. Ma questa definizione non basta a raccontare un uomo che ha fatto una personale, eppur globale ed irreversibile rivoluzione nel mondo dell’arte in toto.

LA FILOSOFIA

Pugliese per metà, ha studiato arte e letteratura, concentrandosi sulla percezione visuale. Il fatto che sia arrivato al disegno dopo studi collaterali e di ampio respiro, siamo certi che abbia determinato l’immensità del suo design e la profondità della sua conoscenza. 

  • Conoscenza genera conoscenza.
  • Nessuna arte è sganciata dalle altre.
  • Tutto determina tutto.

 

Strenue sostenitore dell’importanza della valenza funzionale assieme all’estetica, diventa l’uomo simbolo del moderno concetto di design che capisce ed esige che chi acquista un oggetto di design, non ne entra semplicemente in possesso, ma anche, e, soprattutto, in connessione.
Una visione futurista che ha permesso che il design, e l’arte quindi, sia diventato qualcosa da utilizzare, e non da posizionare in casa come una reliquia. Un carico da novanta, quindi per gli artisti, che, disegnando, non dovevano più occuparsi solo dell’estetica e del sensazionalismo, ma dovevano incanalare questi due principi nella vita quotidiana, fondendoli con funzionalità e possibilismo.

 
Sedia Box Enzo Mari
Sedia Box - Enzo Mari
LE OPERE

Nelle sue opere Mari, ha scelto linee essenziali e basiche che lasciano passare aria e visuale tra gli spazi, e che, percorse con un dito, tracciano un tragitto sinuoso ed essenziale. Il fai da te ante-litteram della sedia Box, il richiamo all’edilizia del vassoio Putrella o la morbidezza sospesa della sedia Sof Sof, o il senso di sospensione del cestino In attesa, sono solo alcune delle suggestioni che la sua matita è riuscita a creare per oggetti di uso quotidiano ma dal concetto straordinario.
L’associazionismo, i riconoscimenti, l’insegnamento accademico, sono solo satelliti di un sistema molto più complesso e capillare che il genio di Mari è stato e sarà sempre.

IL FUTURO

E’ proprio il senso di vuoto per il futuro che si prova dopo una perdita di questa levatura, ma quello che dobbiamo augurarci, è che , un artista così abbia impollinato la creatività di tutti coloro che sono entrati in contatto con lui e con le sue opere, rendendolo immortale.

 

 

No Comments

Post A Comment